Categorie
Senza categoria

Dal 2020 al 2021, andrà tutto bene? — Toscana Today

di GIOVANNI BRUNO – Tra pochi giorni finirà l’anno e ne arriverà uno nuovo: con oltre 70mila morti non potremo dire che sia andato tutto bene Cari amici vi scrivo […] L’articolo Dal 2020 al 2021, andrà tutto bene? proviene da Toscana Today.

Dal 2020 al 2021, andrà tutto bene? — Toscana Today
Categorie
Senza categoria

Calendario 2021 — ◦ ღ ☼ Elena e Laura ☼ ღ ◦

Buongiorno a tutti! In allegato trovate un regalo da parte nostra: il calendario del blog 2021 con le citazioni di alcuni libri letti da noi scaricabile e in pdf (non è un calendario non adatto ai minori).😂 calendario-2021-elena-e-laura-due-sorelle-e-una-stanza-di-libriscarica pdf Questa idea è nata grazie a qualche bicchierino di troppo a Natale, ma speriamo sia un […]

Calendario 2021 — ◦ ღ ☼ Elena e Laura ☼ ღ ◦
Categorie
Cultura

Oggi non voglio scrivere nulla

Per la verità sono in panne perchè sto facendo i conti con Hemingway, sì proprio con lui, l’osannato Ernest. Insomma il fatto che lui sia passato ed abbia scritto del sangue che è scorso in terra e in mare, scusandosi quasi di questo, facendoci capire che lui non c’entra e via dicendo non mi convince.

Ho proprio riletto ieri sera un racconto di caccia in Africa quando descrive con minuzia di particolari l’uccisione di un grosso leone. Beh il fatto che abbiano sparato in più di uno e che discutano chi sia stato veramente ad ucciderlo e la descrizione che il leone abbia saltato come una lepre quando il colpo di un’arma di grosso calibra gli ha trafitto i polmoni e il cuore, beh insomma mi fermo qui.

Cecil un leone maschio di 13 anni ucciso nel 2015 da un cacciatore americano (Wikipedia)

E tutta la tiritera sulle corride in Spagna, l’analisi scientifica dei tori da corrida e quelli che invece sono buoni solo per lavoro o per la carne prelibata. Fiesta gira intorno a questo. E’ vero si da conto che nella comitiva c’è chi dopo una corrida non vuole vederne altre. Ma Ernest è saldamente convinto che quella è la tragedia della vita dove anche l’uomo può soccombere. E quindi giù a descrivere i diversi sistemi dei matador nell’uccidere il toro, il lavoro dei picadores e l’utilizzo di cavalli destinati a morire acquistati per 5 dollari in America.

Oggi siamo meno disposti ad accettare tutto questo anche se in Spagna continuano a pensarla ancora come Hemingway. Ma ormai è cambiata la sensibilità. Uccidere per divertimento degli spettatori rimanda al Colosseo dove i cristiani venivano mandati al macello o i gladiatori combattevano e solo uno ne usciva vivo.

Insomma non dico che l’uomo non abbia caratteristiche ferine in certe situazioni, ma si tratta di personalità con un bisogno d’affermarsi e un ego smisurato. E’ sufficiente pensare ai ricchi americani e non solo che non sanno come passare la giornata e si annoiano e organizzano safari in Africa, tutt’oggi dico, per uccidere elefanti, leoni e tutto quanto gli si pari davanti.

E allora mi resta la domanda: che c’entrava Ernest con questo mondo. Sì certo anche lui aveva una doppia personalità, un soggetto bipolare che passava da momenti di superesaltazione a lunghe fasi depressive.

La caccia è un antidepressivo? Chiedo aiuto agli specialisti. Certo Hemingway descrive bene i luoghi dell’Africa, le diverse fasi degli appostamenti e i racconti della sera dopo non essere riuscito ad abbattere nemmeno un kudu. Sì racconti, potrebbe essere che era continuamente alla ricerca spasmodica di fatti da raccontare, fatti che nella vita reale, lui abituato alle zone di guerra, cominciavano a scarseggiare. Allora ecco la guerra tra uomo e animale raccontata con dovizia di particolari, una guerra squilibrata dove l’animale difficilmente ne esce vivo.

Categorie
Senza categoria

Christina Dalcher, La classe — Il mestiere di leggere. Blog di Pina Bertoli

L’ultimo romanzo di Christina Dalcher, La classe (titolo originale: Masterclass), è una terrificante esplorazione di ciò che può accadere quando chi è al potere sceglie di attuare cambiamenti politici radicali, ma a un ritmo così lento e graduale, che i cittadini non si rendono conto di quale percorso radicale e pericoloso stanno vivendo, finché non […]

Christina Dalcher, La classe — Il mestiere di leggere. Blog di Pina Bertoli
Categorie
Senza categoria

La neve vista dalla mia casa. — Le1000e1Recensione

La neve vista dal balcone di casa mia. Finalmente la neve, 😀! Questa mattina, appena mi sono svegliata, ho guardato fuori e ho visto che finalmente era scesa la neve. Potevo forse non approfittarne e scattare una foto, 😉? Ecco qui: in questa foto, scattata dal balcone, (brrr, che freddo, 🥶 ma ne è valsa […]

La neve vista dalla mia casa. — Le1000e1Recensione
Categorie
Senza categoria

CLEMENTINO: E’ online il videoclip di “PARTENOPE”, il nuovo singolo del rapper dedicato alla sua amata città —

E’ online il video di “PARTENOPE” (Sony Music Italy), il nuovo singolo di Clementino dedicato alla sua città, uscito proprio il giorno del compleanno di Napoli e quello dello stesso rapper. Il videoclip, diretto da Antonio Gerardo Risi per IRed, vuole raccontare Napoli attraverso la “sua gente”, attraverso gli occhi dei protagonisti di uno spettacolo che va in scena […]

CLEMENTINO: E’ online il videoclip di “PARTENOPE”, il nuovo singolo del rapper dedicato alla sua amata città —
Categorie
Senza categoria

Viola — Inchiostronerodenso

Viola amava il viola, colore dell’introspezione nello spettro. Così le aveva detto l’omino al Corso con i barattoli allineati al centro dello spazio. Le scimmiette volanti erano corse a scegliere la tinta e, dopo averle fatte ruzzolare, con calma e senza entusiasmo Viola aveva scelto il viola. Un po’ di rosso un po’ di blu. […]

Viola — Inchiostronerodenso
Categorie
Senza categoria

Un’intervista con Maria Masella a cura di Giulietta Iannone — Liberi di scrivere

Benvenuta Maria su Liberi di scrivere e grazie per avere accettato questa mia intervista. Come tradizione iniziamo con le presentazioni. Allora sei nata a Genova nel 1948, sei laureata in Matematica, hai insegnato per molti anni al liceo scientifico, e nonostante i successi letterari hai continuato a lavorare fino alla pensione. Vuoi aggiungere altro? MM: […]

:: Un’intervista con Maria Masella a cura di Giulietta Iannone — Liberi di scrivere
Categorie
Senza categoria

Lorenzo Musetti

Segnalo l’intervista a Musetti, giovane tennista italiano, rilasciata a Repubblica da cui si può ricavare un’idea di quello che passa nella testa di un tennista appena diciottenne.

Adesso vuole crescere ancora soprattutto a livello muscolare.

Il suo tennis è quello antico, fatto del rovescio ad una mano e di smorzate che spezzano le gambe all’avversario.

Altri giovani hanno fatto lo stesso percorso e molte volte i muscoli sono arrivati ma le vittorie no.

La speranza è che questo non succeda a Lorenzo e anzi sia, insieme agli altri, un vanto del tennis italiano e mondiale.

(Corriere)
Categorie
pubblica amministrazione

Grazie, a chi s’impegna

Claudia Alivernini, infermiera del Niguarda – 29 anni (ANSA)
Roberto Speranza, Ministro della Salute
Vincenzo De Luca, Presidente Regione Campania